Le materie a scelta

Le materie a scelta sono programmi educativi che completano il corso di base “L’arte pittorica”, o anche quelli che aiutano a vedere la multiformità delle attività connesse ad esso. Queste lezioni danno la possibilità agli studenti di sviluppare l’interesse per una o l’altra materia e di capire le loro preferenze professionali.

Al primo e secondo anno ci sono due lezioni per ogni materia a scelta. Dal terzo al quinto anno le lezioni alla settimana diventano tre. Questa sequenza è la migliore possibile sia dal punto di vista metodologico sia dal punto di vista tecnologico.

“Gli schizzi”. Il programma educativo è un corso indipendente. Nel corso principale si fa uno schizzo a matita sopra la carta bianca. Lo scopo è la trasmissione della luce attraverso le gradazioni del tono.

Il programma “Gli schizzi” insegna agli studenti le tecniche e i modo diversi per disegnare gli schizzi. Si studiano i vari generi presenti nell’arte accademica nelle diverse epoche. Questo programma arricchisce e sviluppa il pensiero creativo, compositivo e figurativo dello studente grazie alla sua vivacità e diversità, completando armoniosamente il corso base, che avendo come scopo l’osservanza di concrete esigenze accademiche, risulta essere abbastanza arido. Il compito del programma è lo sviluppo della memoria visiva, della capacità di vedere le proporzioni, del carattere, del movimento e il perfezionamento della precisione e dell’abilità nel disegno.

“I fiori: le diverse tecniche delle immagini sulla carta”. Questo programma è un programma preparatorio per il corso “La pittura su porcellana e ceramica”, attinente agli ultimi anni. Il disegno e l’acquarello devono trasmettere in modo fedele i dettagli di tutte le parti di una pianta, a differenza del disegno dei fiori nel corso principale, che ha come scopo l’immagine di un oggetto in un certo ambito di tonalità, e colore, con la sottolineatura dell’immagine artistica.
Il perfezionamento delle abilità nel disegno dei fiori è necessario per un suo libero uso nel lavoro futuro, per la stilizzazione degli ornamenti dipingendo sulla superficie di porcellana o di ceramica.

“La pittura su porcellana e ceramica”. Il programma è una sintesi di due tipi di lezioni, dove la teoria viene studiata attraverso la pratica, che consiste nel lavoro con il materiale (porcellana, ceramica).
La parte teorica prevede lo studio delle basi della composizione dell’arte applicata decorativa, le esigenze della pittura «a striscia», «in angolo», «in circolo», ecc…
Gli studenti creano le proprie proposte dei bozzetti di ornamenti, di quadri di genere. In questo modo viene eseguito il lavoro preparatorio per le lezioni pratiche. La scelta finale per il disegno futuro, viene effettuata dall’insegnante insieme ad ogni singolo studente durante le lezioni pratiche.

“L’acquaforte”. Questo programma dà conoscenza agli studenti delle diverse tecniche dell’acquaforte, sviluppa il pensiero compositivo degli studenti, permette di acquistare le abilità delle tecniche nel lavoro con l’ago, con la macchina dell’acquaforte, ecc…
Il bozzetto dell’acquaforte spesso si presenta come un lavoro a sé. I bozzetti già pronti, copiati dai libri, non possono essere utilizzati. Se è necessario, l’insegnante insieme allo studente cambia la composizione del bozzetto o dello studio, cioè lavora sulla composizione del soggetto.

“La pittura in interno”. Il programma permette di fare conoscenza con i migliori lavori della pittura decorativa applicata e della pittura monumentale, con i materiali del processo tecnologico e con il lavoro pratico della decorazione delle pareti, del soffitto, ecc…
Ogni studente prepara in modo autonomo la propria proposta di decorazione della parete. Tutti gli schizzi proposti, vengono analizzati dall’insegnante insieme agli studenti durante le lezioni. Gli schizzi migliori vengono poi perfezionati ed ottengono il permesso di essere realizzati.
Le lezioni del corso “La pittura in interno” richiedono un rinnovamento della coscienza dello studente per un miglior apprendimento della specificità dei metodi compositivi e pittorici (tecnici) nel lavoro con le forme piccole o con le superficie grandi (parete, soffitto).

Per gli studenti della sezione dei servizi educativi aggiunti a pagamento, si offrono programmi educativi riguardanti le materie “L’acquaforte”, “La composizione della pittura su tavola”, “La pittura su porcellana e ceramica”, che permettono di conseguire le abilità iniziali in queste arti, a condizione della presenza della necessaria preparazione.